Browsing Tag

Alimentare

Curiosità

Formaggio Cheddar, l’oro arancione del Somerset

Gennaio 28, 2020

Il cheddar è un formaggio a pasta dura, di colore che può variare dal giallo pallido fino all’arancione, dal gusto deciso. Ha origine nel villaggio inglese di Cheddar, nel Somerset, da cui prende il nome.

È il più diffuso formaggio britannico, e contribuisce per oltre il 50% agli 1,9 miliardi di sterline del fatturato annuo dei formaggi inglesi. È molto utilizzato anche negli altri paesi di influenza anglosassone, come l’Australia, gli Stati Uniti e il Canada.

Dal 2003 il cheddar è diventato un prodotto a indicazione geografica protetta (IGP) con il nome di West Country farmhouse Cheddar, secondo un disciplinare che ne circoscrive la produzione nelle sole contee inglesi del Somerset, Devon, Dorset e Cornovaglia, da produttori aderenti al consorzio Cheddar Gorge Cheese Company.

 

Il Cheddar viene prodotto almeno dal 1170. In un documento del re Enrico II d’Inghilterra è annotato l’acquisto di 10 420 lb (4 730 kg) al prezzo di un farthing per libbra (3 sterline per tonnellata).

Nel corso della Seconda guerra mondiale tutto il latte doveva andare alle fabbriche del formaggio cheddar che era impiegato per le truppe. Questo causò la rinuncia a produrre altri formaggi fra cui il caerphilly che da allora rappresentano produzioni di nicchia.[senza fonte]

Nel 2012 tre scatole in legno rimaste nascoste nel fondo di una cella frigorifera per decenni sono state scoperte per caso da un produttore caseario del Wisconsin. Al loro interno tre forme di cheddar invecchiato involontariamente 28, 34 e 40 anni. Venduto all’asta a partire dal prezzo di 10 dollari all’oncia, è, secondo gli esperti, il lotto di formaggio più vecchio finora conosciuto.

Curiosità

8 curiosità sul formaggio che forse non conosci

Gennaio 28, 2020

1. Il formaggio è stato creato per sbaglio 4,000 anni fa

Curiosamente, uno dei nostri cibi preferiti non avrebbe visto la luce se non fosse stato per un errore. Leggenda vuole che il primo formagio sia stato creato per caso, mettendo del latte in un contenitore foderato con uno stomaco animale. un enzima presente nello stomaco ha causato una separazione del latte in 2 componenti, una liquida (siero) e una solida (cagliata). La seconda…è il formaggio!

2. Ci vogliono 4kg di latte per fare circa mezzo kg di formaggio

E’ così e inoltre, per assicurarsi che il latte si trasformi in delizioso formaggio è necessario che le mucche seguano una dieta sana. Mangiano circa 40kg di cibo al giorno e producono quasi 10,000 litri di latte all’anno… E’ un bel pò di formaggio!

3. Alcuni formaggi sono illegali negli Stati Uniti

Per motivi di sicurezza legati ai batteri, alcuni formaggi sono stati bannati dagli Stati Uniti. Alcuni di questi sono formaggi fatti con latte crudo ed invecchiato sotto i 60  giorni, come il  Brie de Meaux, il Reblochon, il Valencay, l’Epoisses, il Roquefort e il Camembert de Normandie.

4. Formaggio in grotta!

Immagazzinare formaggi nelle grotte, naturali o artificiali, li aiuta a stagionare conferendogli un ulteriore livello di sapore. Le grotte sono fredde e umide, esattamente quello di cui hanno bisogno i formaggi per la stagionatura.

 5. Ai topi non piace il formaggio

Contrariamente rispetto alle credenze popolari, i topi non amano il formaggio. Potendo scegliere, preferiscono dolci e carboidrati. Sicuramente mangerebbero formaggio se fosse l’unica cosa in giro da mangiare, come gran parte degli animali, ma non lo amano particolarmente.

 6. Le persone intolleranti ai latticini possono mangiare formaggio

Se sei intollerante al lattosio, non devi necessariamente dire addio al formaggio. Ma solo scegliere il giusto tipo. I formaggi stagionati hanno meno lattosio di quelli freschi e di solito possono essere mangiati senza problemi particolari. Pensa a formaggi come il Brie, il Camembert, il Cheddar , il Parmigiano e il provolone.  Una scelta abbastanza ricca!

7. C’è un motivo per cui alcuni formaggi sono scritti con la maiuscola

Sono i formaggi che prendono il nome dalla città di origine. Tra questi l’Asiago, il Brie, il camembert, il Gouda, la Groviera, il Parmigiano. Gli altri sono scritti in minuscolo, come il cheddar, la mozzarella, il provolon o la feta.

8. Le dimensioni della cagliata producono diversi tipi di formaggio

Cagliate più grandi producono formaggi più morbidi, come la ricotta e il mascarpone. Le piu piccolo invece danno vita a formaggi più duri come il Parmigginao e il pecorino.